Santuario della SS. Trinità Misericordia Maccio di Villa Guardia (CO)

IN EVIDENZA

CATECHESI

MAGGIO CON MARIA. Giorno per giorno in preghiera. - (13 -31 MAGGIO).

LIBRETTO DI PREGHIERA per il mese di Maggio 2020

(Giovedi' 28 MAGGIO,  Venerdi' 29 MAGGIO,  Sabato 30 MAGGIO,
DOMENICA 31 MAGGIO)





INTRODUZIONE AL LIBRETTO:

file icon pdf libretto_INTRODUZIONE.pdf


Come ogni anno, 
chi desiderasse acquistare il libretto di preghiera per il mese di Maggio può trovarlo disponibile in fondo alla chiesa. Offerta euro 2.50, nell'apposita cassetta.
In questo periodo di emergenza Coronavirus, le meditazioni e lo schema di preghiera proposti quotidianamente con il libretto sono resi disponibile giorno per giorno on line, per coloro che non possono venire in chiesa.


SCHEMA PER LA PREGHIERA INDIVIDUALE
O PER LA CELEBRAZIONE COMUNITARIA:

1. INTRODUZIONE
Si fa il Segno della Croce

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

2. ANTIFONA INIZIALE (Vedi Schema quotidiano)
3. SEQUENZA ALLO SPIRITO SANTO

Vieni, Santo Spirito,
manda a noi dal cielo
un raggio della tua luce.

Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni;
vieni, luce dei cuori.

Consolatore perfetto;
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo.

Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto.

O luce beatissima,
invadi nell'intimo
il cuore dei tuoi fedeli.        
Senza la tua forza
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa.

Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
drizza ciò che è sviato.

Dona ai tuoi fedeli,
che solo in te confidano,
i tuoi santi doni.

Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna.
Amen. 
 

4. PAROLA DI DIO [Vedi Schema quotidiano]
5. PERLE DI LUCE [Vedi Schema quotidiano]

6. AVE O MARIA.
Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è i1 frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori,
adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

7. PREGHIERA FINALE [Vedi Schema quotidiano]
8. BENEDIZIONE [Si fa il Segno della Croce]
Il Signore ci benedica,
ci preservi da ogni male
e ci conduca alla vita eterna.
Amen.

SCHEMA PER LA PREGHIERA:

 file icon pdf 2020_05_01-SCHEMA PER LA PREGHIERA .pdf



Schema quotidiano:

Giorno per giorno in preghiera. - (1- 12 MAGGIO). 
http://www.trinitamisericordia.net/maggio-con-maria


Mercoledì 13 MAGGIO

NOSTRA SIGNORA
DI FATIMA


Antifona
Accostiamoci dunque con piena fiducia
al trono della grazia, 
per ricevere misericordia e trovare grazia
ed essere aiutati al momento opportuno. (Eb 4,16).

DAL LIBRO DELL'APOCALISSE
DI SAN GIOVANNI APOSTOLO
(21,1-5)
[1] Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più.
[2] Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo.
[3] Udii allora una voce potente che usciva dal trono:
"Ecco la dimora di Dio con gli uomini!
Egli dimorerà tra di loro
ed essi saranno suo popolo
ed egli sarà il "Dio-con-loro".
[4] E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
non ci sarà più la morte,
né lutto, né lamento, né affanno,
perché le cose di prima sono passate".
[5] E Colui che sedeva sul trono disse: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose".

PERLE DI LUCE
Possa il Cuore Immacolato di Maria risplendere dinanzi allo sguardo di tutti i cristiani quale modello di perfetto amore verso Dio e verso il prossimo; li induca esso alla frequenza dei santi Sacramenti, per la cui virtù gli animi sono mondati dalle macchie del peccato e da esse preservate; li stimoli inoltre a riparare le innumerevoli offese fatte alla divina Maestà; rifulga, infine, come vessillo di unità e sprone a perfezionare i vincoli di fratellanza tra tutti i cristiani in seno all'unica Chiesa di Gesù Cristo, la quale, edotta dallo Spirito santo, con affetto di pietà filiale venera la Vergine Maria come Madre amatissima. esortiamo tutti i figli della Chiesa a rinnovare personalmente la propria consacrazione al Cuore Immacolato della Madre della Chiesa, ed a vivere questo nobilissimo atto di culto con una vita sempre più conforme alla divina volontà , in uno spirito di filale servizio e di devota imitazione della loro celeste Regina. (Paolo VI, Signum Magnum, II, 7-8). 

Preghiamo
Signore nostro Dio, che ci hai dato la madre del tuo Figlio quale nostra madre, concedi, te lo chiediamo, che seguendo i suoi insegnamenti, e ripieni dello spirito di vera penitenza e preghiera, contribuiamo generosamente affinchè il mondo si rinnovi e si espanda il regno di Dio. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Nostra Signora di Fatima, prega per noi!

ATTO DI AFFIDAMENTO
A MARIA VERGINE DI FATIMA

Beata Maria Vergine di Fatima,
con rinnovata gratitudine per la tua presenza materna
uniamo la nostra voce a quella di tutte le generazioni
che ti dicono beata.

Celebriamo in te le grandi opere di Dio,
che mai si stanca di chinarsi con misericordia sull’umanità,
afflitta dal male e ferita dal peccato,
per guarirla e per salvarla.

Accogli con benevolenza di Madre
l’atto di affidamento che oggi facciamo con fiducia,
dinanzi a questa tua immagine a noi tanto cara.

Siamo certi che ognuno di noi è prezioso ai tuoi occhi
e che nulla ti è estraneo di tutto ciò che abita nei nostri cuori.

Ci lasciamo raggiungere dal tuo dolcissimo sguardo
e riceviamo la consolante carezza del tuo sorriso.

Custodisci la nostra vita fra le tue braccia:
benedici e rafforza ogni desiderio di bene;
ravviva e alimenta la fede;
sostieni e illumina la speranza;
suscita e anima la carità;
guida tutti noi nel cammino della santità.

Insegnaci il tuo stesso amore di predilezione
per i piccoli e i poveri,
per gli esclusi e i sofferenti,
per i peccatori e gli smarriti di cuore:
raduna tutti sotto la tua protezione
e tutti consegna al tuo diletto Figlio, il Signore nostro Gesù.

Papa Francesco
13 ottobre 2013.


Giovedì 14 MAGGIO


MARIA VERGINE
FONTE DELLA SALVEZZA

(Madonna col Bambino e angeli - FILIPPO LIPPI)

Antifona
Farò scorrere acqua sul suolo assetato.
Spanderò il mio spirito sulla tua discendenza,
la mia benedizione sui tuoi figli;
cresceranno come salici lungo acque correnti.. (Is 44,3-4).

DAL LIBRO DEL PROFETA ISAIA (12,2-6)
[2] Ecco, Dio è la mia salvezza;
io confiderò, non temerò mai,
perché mia forza e mio canto è il Signore;
egli è stato la mia salvezza.
[3] Attingerete acqua con gioia
alle sorgenti della salvezza".
[4] In quel giorno direte:
"Lodate il Signore, invocate il suo nome;
manifestate tra i popoli le sue meraviglie,
proclamate che il suo nome è sublime.
[5] Cantate inni al Signore, perché ha fatto cose grandiose,
ciò sia noto in tutta la terra.
[6] Gridate giulivi ed esultate, abitanti di Sion,
perché grande in mezzo a voi è il Santo di Israele"..

PERLE DI LUCE
Amando Maria, infatti, noi onoriamo Dio che l’ha elevata alla dignità di Madre del proprio Figlio fatto Uomo e ci uniamo a Gesù Cristo che l’ha amata quale Madre. il piano divino della salvezza ha la sua sorgente nel Padre il quale volle comunicare liberamente alle creature la vita divina di Gesù Cristo, che si manifesta in Maria Immacolata in modo meraviglioso. Come insegna la storia della Chiesa, la funzione di Maria è quella di far risplendere il proprio Figlio, di condurre a lui e di aiutare ad accoglierlo. (Giovanni Paolo II, Omelia, 8 dicembre 1982). 

Preghiamo
Guarda con bontà, o Padre, il popolo cristiano, che onora le glorie di Maria sempre Vergine, dal cui grembo è scaturita la salvezza del mondo; fa' che, attingendo costantemente a questa fonte di vita, possiamo ottenere i frutti abbondanti del tuo spirito. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Fonte della Salvezza, prega per noi!


Venerdì 15 MAGGIO

MARIA VERGINE MADRE
E MAESTRA SPIRITUALE


(Madonna con Bambino - Cimabue).

Antifona
Venite, figli, ascoltatemi;
v'insegnerò il timore del Signore.
Venite, saliamo sul monte del Signore,
perché ci indichi i suoi sentieri.
Sal 33,12; cfr Is 2,3).

DAL LIBRO DEI PROVERBI (8,17-21.34-35)
Così parla la Sapienza di Dio:
Io amo coloro che mi amano
e quelli che mi cercano mi troveranno.
Presso di me c'è ricchezza e onore,
sicuro benessere ed equità.
Il mio frutto val più dell'oro, dell'oro fino,
il mio provento più dell'argento scelto.
Io cammino sulla via della giustizia
e per i sentieri dell'equità,
per dotare di beni quanti mi amano
e riempire i loro forzieri.
Beato l'uomo che mi ascolta,
vegliando ogni giorno alle mie porte,
per custodire attentamente la soglia.
Infatti, chi trova me trova la vita,
e ottiene favore dal Signore.

PERLE DI LUCE
Nessun’altra creatura ha visto risplendere su di sé il volto di Dio comeMaria. Se vogliamo essere cristiani, dobbiamo essere mariani, cioè dobbiamo riconoscere il rapporto essenziale, vitale e provvidenziale che unisce la Madonna a Gesù, e che apre a noi la via che a Lui ci conduceMaria è una Maestra di vita spirituale, la prima che ha seguito Cristo lungo la “via stretta” della croce donandoci l’esempio; è la “Benedetta per avere creduto” sempre e in ogni circostanza alle parole divine. (Papa Francesco, Saluto del Santo Padre, 12 maggio 2017).

Preghiamo
Assisti i tuoi fedeli, Signore, nel cammino della vita, e per l'intercessione materna della beata Vergine Maria, madre e maestra, fa' che giungiamo felicemente al tuo santo monte, Cristo Gesù, nostro Signore. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

Santa Maria Vergine, Madre e Maestra spirituale,
prega per noi!

Sabato 16 Maggio


MARIA VERGINE MADRE 
DEL BUON CONSIGLIO

(Madre del Buon Consiglio_Santuario di Genazzano)

Antifona
implorai e venne in me lo spirito della sapienza;
con cuore puro io lo accolsi
senza invidia io dono,
non tengo nascoste le sue ricchezze.
(Sap 7,7b.13)

DAL LIBRO DEL SIRACIDE (14,20-27)
[20] Beato l'uomo che medita sulla sapienza e ragiona con l'intelligenza,
[21] che considera nel cuore le sue vie:
ne penetrerà con la mente i segreti.
[22] La insegue come uno che segue una pista,
si apposta sui suoi sentieri.
[23] Egli spia alle sue finestre e starà ad ascoltare alla sua porta.
[24] Fa sosta vicino alla sua casa
e fisserà un chiodo nelle sue pareti;
[25] alzerà la propria tenda presso di essa
e si riparerà in un rifugio di benessere;
[26] metterà i propri figli sotto la sua protezione
e sotto i suoi rami soggiornerà;
[27] da essa sarà protetto contro il caldo,
egli abiterà all'ombra della sua gloria.

PERLE DI LUCE
Maria continuA a ripetere a tutti le stesse parole, che disse a Cana di Galilea: «Fate quello che egli vi dirà». Nei riguardi di ogni cristiano, di ogni uomo, Maria è colei «che ha creduto» per prima, e proprio con questa sua fede di sposa e di madre vuole agire su tutti coloro, che a lei si affidano come figli. Ed è noto che quanto più questi figli perseverano in tale atteggiamento e in esso progrediscono, tanto più Maria li avvicina alle «imperscrutabili ricchezze di Cristo». E altrettanto essi riconoscono sempre meglio la dignità dell'uomo in tutta la sua pienezza e il definitivo senso della di lui vocazione, perché «Cristo... svela anche pienamente l'uomo all'uomo». (Giovanni Paolo II, Redemptoris Mater, 46).

Preghiamo
Signore, tu sai quanto timidi e incerti siano i pensieri dei mortali; per intercessione di Maria, madre del buon consiglio, nel cui grembo verginale il Verbo si è fatto uomo, concedi a noi il tuo Spirito, perché ci faccia conoscere ciò che piace a te e ci guidi nei travagli della vita. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Madre del Buon Consiglio, prega per noi!


DOMENICA 17 MAGGIO

MARIA VERGINE CAUSA
DELLA NOSTRA GIOIA

(Madonna del Cardellino. Raffaello). 

Antifona
Rallegrati, Vergine Maria,
hai trovato grazia presso Dio.
Ecco concepirai un figlio,
lo darai alla luce
e lo chiamerai Gesù.
(cfr. Lc 1,28.30-31).

DAL VANGELO SECONDO LUCA(1,39-47)
In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: "Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento delle parole del Signore".  Allora Maria disse: "L'anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore.

PERLE DI LUCE
Il dono più grande che Maria porta all'anzìana cugina Elisabetta e al mondo intero è Gesù, che già vive in lei. E quando arriva Maria, la gioia trabocca e prorompe dai cuori, perché la presenza invisibile ma reale di Gesù riempie tutto di senso. Questa gioia piena si esprime con la voce di Ma-ria nella preghiera stupenda del Magnificat. É un canto di lode Dio che opera cose grandi attraverso le persone umili, sconosciute a mondo, perché l'umiltà è come un vuoto che lascia posto a Dio. Vorremmo che lei, ancora una volta, portasse a noi, alle nostre famiglie, alle nostre comunità, quel dono immenso, quella grazia unica che è Gesù Cristo! Portando Gesù, la Madonna porta anche a noi una gioia nuova, piena di significato; ci porta una nuova capacità di attraversare con fede i momenti più dolorosi e difficili; ci porta la capacità di misericordia, per perdonarci, comprenderci e sostenerci gli uni gli altri. (Papa Francesco, Omelia, 15 agosto 2015).

Preghiamo
Preghiamo O Dio, che nell'incarnazione del tuo Figlio hai allietato il mondo intero, concedi a noi che veneriamo Maria, causa della nostra letizia, di camminare costantemente nella via dei tuoi precetti e di tenere fissi i nostri cuori dove è la vera gioia. Per Cristo nostro Signore. Amen,

Santa Maria Vergine, causa della nostra gioia, prega per noi!


Lunedì 18 MAGGIO

MARIA VERGINE
SOSTEGNO E DIFESA
DELLA NOSTRA FEDE

(Madonna della Loggia - Botticelli)

Antifona
Tu, Vergine Maria,
sei come la colonna
che giorno e notte guidava il popolo nel deserto
per indicargli la via.
(Cfr Sap 18,3; Es 13,21-22).

DAL SALMO 26
Il Signore è mia luce e mia salvezza,
di chi avrò paura?
Il Signore è difesa della mia vita,
di chi avrà timore?
Se contro di me si accampa un esercito,
il mio cuore non teme;
se contro di me divampa la battaglia,
anche allora ho fiducia.
Una cosa ho chiesto al Signore,
questa solo io cerco:
abitare nella casa del Signore
tutti i giorni della mia vita,
per gustare la dolcezza del Signore
ed ammirare il suo santuario.
Egli mi offre un luogo di rifugio
nel giorno della sventura.
Mi nasconde nel segreto della sua dimora,
mi solleva sulla rupe.

PERLE DI LUCE
Maria ha vissuto la fede nella semplicità delle mille occupazioni e preoccupazioni quotidiane di ogni mamma, come provvedere il cibo, il vestito, la cura della casa... Proprio questa esistenza normale della Madonna fu il terreno dove si svolse un rapporto singolare e un dialogo profondo tra lei e Dio, tra lei e il suo Figlio. Il "si" di Maria, già perfetto all'inizio, è cresciuto fino all'ora dalla Croce. Lì la sua maternità si è dilatata abbracciando ognuno di noi, la nostra vita, per guidarci al suo Figlio. Maria è vissuta sempre immersa nel mistero del Dio fatto uomo, come sua prima e perfetta discepola, meditando ogni cosa nel suo cuore alla Luce dello Spirito Santo, per comprendere e mettere in pratica tutta la volontà di Dio. (Papa Francesco, Udienza Generale, 23 ottobre 2013]

Preghiamo
Dio onnipotente ed eterno, che nella beata Vergine Maria, gloriosa madre del tuo Figlio, hai dato un sostegno e una difesa a quanti la invocano, concedi a noi per sua intercessione di essere forti nella fede, saldi nella speranza, perseveranti nel tuo amore. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, sostegno e difesa della nostra fede, prega per noi!


Martedì 19 MAGGIO

MARIA VERGINE
MADRE DEL BELL'AMORE

(Madonna del Roseto - Bernardino Luini)

Antifona
Tutta splendore sei, Figlia di Sion,
bella come la luna,
fulgida come il sole;
benedetta fra le donne.
(Cfr Ct 6,10; Lc 1,42)

DAL CANTICO DEI CANTICI (2,10.14; 4,8-9.11-12.15)
Alzati, amica mia,
o mia colomba, mia bella, e vieni!
La tua voce è soave,
il tuo viso è leggiadro.
Vieni con me dal Libano,o sposa,
tu mi hai rapito il cuore,
sorella mia, sposa.
Il profumo delle tue vesti
è come il profumo del Libano.
Giardino chiuso tu sei,
sorella mia, sposa,
giardino chiuso, fontana sigillata.
Fontana che irrora i giardini,
pozzo d'acque vive
e ruscelli sgorganti dal Libano.

PERLE DI LUCE
La santità esemplare della Vergine muove i fedeli ad innalzare gli occhi a Maria, la quale rifulge come modello dì virtù davanti a tutta la comunità degli eletti. Si tratta di virtù solide, evangeliche: la fede e l'accoglienza docile della Parola di Dio; l'obbedienza generosa; l'umiltà schietta; la carità sollecita; la sapienza riflessiva; la pietà verso Dio... Di queste virtù della Madre si orneranno i figli, che con tenace proposito guardano i suoi esempi, per riprodurli nella propria vita. La pietà verso la Madre del Signore diviene per il fedele occasione di crescita nella grazia divina. (Paolo VI, Marialis Cultus, 57).

Preghiamo
Dio d'eterna sapienza e d'infinito amore, che dal talamo purissimo di Maria hai fatto uscire lo Sposo della Chiesa, Gesù Cristo tuo Figlio, il più bello tra i figli degli uomini, per intercessione della sua gloriosa Madre, dona letizia e pace a tutti i popoli e fa' splendere la tua santità nei nostri cuori. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Madre del bell'Amore, prega per noi!

PREGHIERA A MARIA, MADRE DEL BELL'AMORE
Salve, o Madre Regina del mondo,
Tu sei la Madre del bell'Amore,
Tu sei la Madre di Gesù fonte di ogni grazia,
il profumo di ogni virtù, lo specchio di ogni purezza.
Tu sei gioia nel pianto, vittoria nella battaglia,
speranza nella morte.
Quale dolce sapore il tuo nome nella nostra bocca,
quale soave armonia nelle nostre orecchie,
quale ebrezza nel nostro cuore!
Tu sei la felicità dei sofferenti, la corona dei martiri,
la bellezza delle vergini.
Ti supplichiamo, guidaci dopo questo esilio
al possesso del tuo Figlio, Gesù. Amen.

San Giovanni Paolo II.


Mercoledì 20 MAGGIO

MARIA VERGINE MADRE
DELLA SANTA SPERANZA

(Santuario mariano dedicato a Maria, madre della Santa Speranza. Giuliano di Roma (FR)

Antifona
Salve, Vergine Maria,
speranza dei fedeli,
aiuto dei disperati,
rifugio di quanti si rivolgono a te.

DAL LIBRO DEL SIRACIDE (NEO-VOLG, 24,14-16.23-31)
Fin dal principio, prima dei secoli, egli mi creò
e mai nei secoli io verrò meno.
Nella tenda santa, davanti a lui,
ho prestato il mio servizio
e così mi sono stabilita in Sion.
Ho posto dimora nella città
che Dio similmente ama:
in Gerusalemme è il mio potere.
Ho messo le radici in mezzo a un popolo glorioso,
che il Signore ha scelto come sua proprietà:
il mio possesso è tra la moltitudine dei santi.
Io, come vite, produco germogli di grazia,
e i miei fiori danno frutti di gloria e di rettitudine.
Io sono la madre del bell'amore e del timore,
della conoscenza e della santa speranza.
In me è la grazia per ogni via e verità,
in me ogni speranza di vita e di virtù.
Avvicinatevi tutti a me,
voi che mi desiderate, e saziatevi dei miei frutti.
Poiché il mio insegnamento è più dolce del miele,
e il possedermi è più dolce del favo di miele.
Il mio ricordo durerà di generazione in generazione.
Quanti si nutrono di me,
avranno ancora fame;
e quanti da me si dissetano,
avranno ancora sete.
Chi mi ascolta, non sarà deluso;
e chi compie le mie opere, non peccherà.
Chi mi rende onore, avrà la vita eterna.

PERLE DI LUCE
Non siamo orfani: abbiamo una Madre in cielo, che è la Santa Madre di Dio. Perché ci insegna la virtù dell'attesa, anche quando tutto appare privo di senso: lei sempre fiduciosa nel mistero di Dio, anche quando Lui sembra eclissarsi per colpa del male del mondo. Nei momenti di difficoltà, Maria, la Madre che Gesù ha regalato a tutti noi, possa sempre sostenere i nostri passi, possa sempre dire al nostro cuore: "Alzati! Guarda avanti, guarda l'orizzonte", perché lei è Madre di speranza. (Papa Francesco, Udienza Generale, 10 maggio 2017).

Preghiamo
O Dio, che ci dai la gioia di venerare la Vergine Maria, madre della santa speranza, concedi a noi, con il suo aiuto, di elevare fino alle realtà celesti gli orizzonti della speranza, perché impegnandoci all'edificazione della città terrena, possiamo giungere alla gioia perfetta, meta del nostro pellegrinaggio nella fede. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Madre della santa Speranza, prega per noi!


Giovedì 21 MAGGIO

MARIA VERGINE
MADRE DELL'UNITA'

(Bernardo Daddi - 1328)

Antifona
Rallegrati, Vergine Maria:
tutti i figli di Dio
si raccoglieranno e benediranno il Signore.
(Cfr Tb 13,13).

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI (17,20-23)
In quel tempo Gesù, alzati gli occhi al cielo, pregava dicendo: "Padre santo, non prego solo per questi, ma anche per quelli che per la loro parola crederanno in me; perché tutti siano una sola cosa. Come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi in noi una cosa sola, perché il mondo creda che tu mi hai mandato. E la gloria che tu hai dato a me, io l'ho data a loro, perché siano come noi una cosa sola. Io in loro e tu in me, perché siano perfetti nell'unità e il mondo sappia che tu mi hai mandato e li hai amati come hai amato me.

PERLE DI LUCE
Lo Spirito suscita in tutti i discepoli di Cristo desiderio e attività, affinché tutti, nel modo da Cristo stabilito, pacificamente si uniscano in un solo gregge sotto un solo pastore. Il cammino della Chiesa, specialmente nella nostra epoca, è marcato dal segno dell'ecumenismo: i cristiani cercano le vie per ricostruire quell'unità, che Cristo invocava dal Padre per i suoi discepoli il giorno prima della passione: "Perché tutti siano una sola cosa. Come tu, o Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi una sola cosa, perché il mondo creda che tu mi hai mandato. L'unità dei discepoli di Cristo, dunque, è un grande segno dato per suscitare la fede del mondo, mentre la loro divisione costituisce uno scandalo. [Giovanni Paolo Il, Redemptoris Mater, 29).

Preghiamo
Padre santo, sorgente dell'unità e origine della concordia, fa' che le varie famiglie dei popoli, per intercessione della beata Vergine Maria, madre di tutti gli uomini, formino l'unico popolo della nuova alleanza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Madre dell'Unità, prega per noi!


Venerdì 22 MAGGIO

MARIA VERGINE
MADRE E REGINA
DELLA MISERICORDIA

(Madonna del Magnificat - Botticelli)

Antifona
Salve, Regina di misericordia,
Madre gloriosa di Cristo, c
onforto dei penitenti
e speranza dei miseri.

DAL VANGELO SECONDO LUCA (1,46-55)
L'anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l'umiltà della sua serva.
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione
la sua misericordia si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato a mani vuote i ricchi.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri,
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

PERLE DI LUCE
La glorificazione di Maria, quale brilla di luce soave nelle celebrazioni di questo mese, non è che il richiamo della sua missione, di tutto il disegno che Dio ebbe su di lei. Missione di misericordia e di salvezza, che si incentra nell'altissimo privilegio della maternità divina; disegno di perdono di riconciliazione, poiché il Padre Celeste, inviando il. Figlio suo per la Redenzione del mondo, scelse Maria come prima collaboratrice della sua volontà salvifica. In lei il cielo si unisce alla terra; e per mezzo suo è offerto all'umanità il Divin Salvatore. Quali armonie di pietà e di commozione suscita il canto della Salve Regina, antifona tra le più antiche e care, che celebra nel confidente sospiro questa materna missione di Maria! (Giovanni XXIII, Udienza Generale, 1° maggio 1963).

Preghiamo
Dio di bontà infinita, concedi ai tuoi fedeli, per intercessione della beata Vergine Maria, madre di misericordia, di sperimentare sulla terra la tua clemenza e di contemplare la tua gloria nel cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Madre e Regina della Misericordia, prega per noi! 


Sabato 23 MAGGIO

MARIA VERGINE
MADRE DELLA DIVINA PROVVIDENZA

("Mater Divinae Providentiae" - Chiesa di San Carlo ai Catinari. Roma)

Antifona
"Anche se una madre dimenticasse il suo bambino,
io non mi dimenticherò dite" dice il Signore.
(Cfr Is 49, 15)

DAL LIBRO DEL PROFETA ISAIA (66,10-14)
Rallegratevi con Gerusalemme,
esultate per essa quanti l'amate.
Sfavillate di gioia con essa
voi tutti che avete partecipato al suo lutto.
Così succhierete al suo petto
e vi sazierete, deliziandovi,
all'abbondanza del suo seno.
Poiché così dice il Signore:
"Ecco io farò scorrere verso di essa,
come un fiume, la prosperità;
come un torrente in piena
la ricchezza dei popoli;
i suoi bimbi saranno portati in braccio,
sulle ginocchia saranno accarezzati.
Come una madre consola un figlio
così io vi consolerò;
in Gerusalemme sarete consolati.
Voi lo vedrete e gioirà il vostro cuore,
le vostre ossa saran rigogliose come erba fresca.
la mano del Signore si farà manifesta ai suoi servi".

PERLE DI LUCE
Un cuore occupato dalla brama di possedere è un cuore vuoto di Dio.' In un cuore posseduto dalle ricchezze, non c'è più molto posto per la fede: tutto è occupato dalle ricchezze. Se invece si lascia a Dio il posto che gli spetta, cioè il primo, allora il suo amore conduce a condividere anche le ricchezze, a metterle al servizio di progetti di solidarietà e di sviluppo. E così la Provvidenza di Dio passa attraverso il nostro servizio agli altri, il nostro condividere con gli altri. Invochiamo la Vergine Maria come Madre della divina Provvidenza. A lei affidiamo la nostra esistenza, il cammino della Chiesa e dell'umanità. In particolare, invochiamo la sua intercessione perché tutti ci sforziamo di vivere con uno stile semplice e sobrio, con lo sguardo attento alle necessità dei fratelli più bisognosi. (Papa Francesco, Angelus, 2 marzo 2014).

Preghiamo
O Dio, che nella tua provvidenza tutto disponi secondo un disegno di amore, per l'intervento della Vergine Maria, Madre del tuo Figlio, allontana da noi ogni male e donaci ciò che giova al nostro vero bene. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Madre della Divina Provvidenza, prega per noi!


DOMENICA 24 MAGGIO

MARIA VERGINE
AIUTO DEI CRISTIANI

(Maria Ausiliatrice - Tommaso Lorenzone)

Antifona
Non decadrà la tua lode dal cuore degli uomini,
che ricorderanno sempre la potenza di Dio.
(Gdt 13,19)

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI (2,1-11)
In quel tempo, ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: "Non hanno più vino". E Gesù rispose: "Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora". La madre dice ai servi: "Fate quello che vi dirà". Vi erano là sei giare di pietra per la purificazione dei Giudei, contenenti ciascuna due o tre barili. E Gesù disse loro: «Riempite d'acqua le giare»; e le riempirono fino all'orlo. Disse loro di nuovo: «Ora attingete e portatene al maestro di tavola». Ed essi gliene portarono. E come ebbe assaggiato l'acqua diventata vino, il maestro di tavola, che non sapeva di dove venisse (ma lo sapevano i servi che avevano attinto l'acqua), chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti servono da principio il vino buono e, quando sono un pò quello meno buono; tu invece hai conservato fino ad ora il vino buono». Così Gesù diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manife-stò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

PERLE DI LUCE
La missione materna della Vergine spinge il popolo di Dio a rivolgersi con filiate fiducia a colei, che è sempre pronta ad esaudirlo con affetto di madre e con efficace soccorso di ausiliatrice. Esso, pertanto, è solito invocarla come Consolatrice degli afflitti, Salute degli infermi, Rifugio dei peccatori, per aver nella tribolazione conforto, nella malattia sollievo, nella colpa forza liberatrice; perché ella, che è libera dal peccato, a questo conduce i suoi figli: a debellare con energica risoluzione il peccato. E tale liberazione dal peccato e dal male è la premessa necessaria per ogni rinnovamento del costume cristiano. La santità esemplare della Vergine muove i fedeli ad innalzare gli occhi a Maria: la quale rifulge come modello di virtù davanti a tutta la comunità degli eletti. (Paolo VI, Marialis Cultus, 57)

Preghiamo
O Dio, che in Maria, madre del tuo Figlio, hai posto il segno della nostra difesa e del nostro aiuto, concedi al popolo cristiano di vivere sempre sotto la sua protezione e di godere di una pace indefettibile. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Aiuto dei cristiani, prega per noi!

PREGHIERA A MARIA AUSILIATRICE
O Maria, Vergine potente,
Tu grande illustre presidio della Chiesa;
Tu aiuto meraviglioso dei Cristiani;
Tu terribile come esercito schierato a battaglia;
Tu sola hai distrutto ogni eresia in tutto il mondo;
Tu nelle angustie, nelle lotte, nelle strettezze
difendici dal nemico e nell'ora della morte
accogli l'anima nostra in Paradiso!
San Giovanni Bosco.


Lunedì 25 MAGGIO

MARIA VERGINE 
MADRE DELLA CONSOLAZIONE

(Icona della Consolata - Torino) 

Antifona
Sia benedetto Dio, Padre di misericordia
e Dio di ogni consolazione,
il quale ci consola in ogni nostra afflizione. (2Cor 1,3-4)

DAL LIBRO DEL PROFETA ISAIA (61,1-3)
Lo spirito del Signore Dio è su di me
perché il Signore mi ha consacrato con l'unzione;
mi ha mandato a portare il lieto annunzio ai poveri,
a fasciare le piaghe dei cuori spezzati,
a proclamare la libertà degli schiavi,
la scarcerazione dei prigionieri,
a promulgare l'anno di misericordia del Signore,
un giorno di vendetta per il nostro Dio,
per consolare tutti gli afflitti,
per allietare gli afflitti di Sion,
per dare loro una corona invece della cenere,
olio di letizia invece dell'abito da lutto,
canto di lode invece di un cuore mesto.

PERLE DI LUCE
Intanto, mentre trascorre la vita, Dio fa risplen-dere "per il suo popolo, pellegrino sulla terra, un segno di consolazione e di sicura speranza". Quel segno ha un volto, quel. segno ha un nome: volto luminoso della Madre del. Signore, il nome benedetto di Maria, la piena di grazia, perché ha creduto nella parola del Signore: la grande credente! Come membri della Chiesa, siamo destinati a condividere la gloria della nostra Madre, perché, grazie a Dio, anche noi crediamo nei sacrificio di Cristo sulla croce e, mediante il. Battesimo, siamo inseriti in tale mistero di salvezza. Oggi tutti insieme la preghiamo, perché, mentre si snoda il nostro cammino su questa terra, lei rivolga a noi i suoi occhi misericordiosi, ci rischiari la strada, ci indichi la meta, e ci mostri dopo questo esilio Gesù, il frutto benedetto del suo seno. E di-ciamo insieme: "O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!". [Papa Francesco, Angelus, 15 agosto 2015)

Preghiamo
O Padre, che per mezzo della Vergine Maria hai mandato al mondo il consolatore promesso dai profeti, Gesù Cristo tuo Figlio, per sua intercessione fa' che possiamo ricevere e condividere con i nostri fratelli l'abbondanza delle tue consolazioni. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Madre della Consolazione, prega per noi!


Martedì 26 MAGGIO

MARIA VERGINE
DELLA MERCEDE



Antifona
L'anima mia magnifica il Signore.
Ha soccorso Israele suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri.
(Lc 1,4654-55)

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI (19,25-27)
Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: "Donna, ecco il tuo figlio! ". Poi disse al discepolo: "Ecco la tua madre! ". E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa.

PERLE DI LUCE
Il Redentore affida sua madre al discepolo e, nello stesso tempo, gliela dà come madre. La maternità di Maria, che diventa eredità dell'uo-mo, è un dono: un dono che Cristo stesso fa personalmente ad ogni uomo. Ai piedi della croce ha inizio quello speciale affidamento dell'uomo alla Madre di Cristo, che nella storia della Chiesa fu poi praticato ed espresso in diversi modi. L'affidamento è la risposta all'amore di una persona e, in particolare, all'amore della madre: La dimensione mariana della vita di un discepolo di Cristo si esprime in modo speciale proprio mediante tale affidamento filiale nei riguardi della Madre di Dio, iniziato col testamento del Redentore sul Golgota. Affidandosi filialmente a Maria, il cristiano, come l'apostolo Giovanni, accoglie "fra le sue cose proprie" La Madre di Cristo e la introduce in tutto lo spazio della propria vita in-teriore, cioè nel suo "io" umano e cristiano: "la prese con sé". (Giovanni Paolo Il, Redemptoris Mater, 45).

Preghiamo
O Dio, Padre di misericordia, che hai mandato il tuo Figlio come redentore del mondo, concedi a noi, per intercessione di Maria, che veneriamo sotto il titolo della mercede, di custodire intatto il dono della libertà filiale, acquistato a prezzo della croce, per esserne araldi e promotori fra tutte le genti. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine della Mercede, prega per noi!


Mercoledì 27 MAGGIO

MARIA VERGINE
SALUTE DEGLI INFERMI


Antifona
"Io sono la salvezza del popolo", dice il Signore.
"In qualunque prova mi invocheranno,
li esaudirò e sarò il loro Signore per sempre".

DAL SALMO102
Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tanti suoi benefici.
Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue malattie;
salva dalla fossa la tua vita,
ti corona di grazia e di misericordia.
Ii Signore agisce con giustizia e con diritto verso tutti gli oppressi.
Ha rivelato a Mosè le sue vie,
ai figli d'Israele le sue opere.
Buono e pietoso è il Signore,
lento all'ira e grande nell'amore.
Non ci tratta secondo i nostri peccati,
non ci ripaga secondo le nostre colpe.

PERLE DI LUCE
l'esemplarità di Maria trova la sua più alTa espressione nell'invito a guardare al Crocifisso per imparare da Lui che, assumendo totalmente La condizione umana, ha voluto liberamente caricarsi delle nostre sofferenze e offrirsi al Padre come vittima innocente per noi uomini e per la nostra salvezza. Egli ha cosi redento la sofferenza, trasformandola in un dono di amore salvifico. Nel Cristo sofferente ogni malato trova il significato dei propri patimenti. La sofferenza e la malattia appartengono alla condizione dell'uomo, creatura fragile e limitata, segnata sin dalla nascita dal peccato originale. In Cristo morto e risorto, tuttavia, l'umanità scopre una nuova dimensione del suo soffrire: invece che un fallimento, esso le si rivela come l'occasione per offrire una testimonianza di fede e di amore. (Giovanni Paolo Il, Messaggio in preparazione alla V Giornata mondiale del malato, 18 ottobre 1996)

Preghiamo
Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito e per la gloriosa intercessione di Maria santissima, sempre vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine, Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Salute degli infermi, prega per noi!


Giovedì 28 MAGGIO

MARIA VERGINE 
REGINA DELLA PACE

(Sacra Famiglia - Chiesa di Maccio)

Antifona
È nato per noi un bambino,
un figlio ci è stato donato:
principe della pace sarà il suo nome.
(Cfr Is 9,5)

DAL SALMO 84
Ascolterò che cosa dice Dio, il Signore:
egli annunzia la pace per il suo popolo,
per i suoi fedeli, per chi ritorna a lui con tutto il cuore.
La sua salvezza è vicina a chi lo teme
e la sua gloria abiterà la nostra terra.
Misericordia e verità s'incontreranno,
giustizia e pace si baceranno.
La verità germoglierà dalla terra
e la giustizia si affaccerà dal cielo.
Quando il Signore elargirà il suo bene,
la nostra terra darà il suo frutto.
Davanti a lui camminerà la giustizia
e sulla via dei suoi passi la salvezza.

PERLE DI LUCE
La Regina della pace è colei che desidera servire, che desidera soprattutto essere al servizio della missione di riconciliazione e di pace che Gesù suo Figlio ha portato nel mondo. Lei - la Madre del Re Mia pace - desidera soprattutto servire ed intercedere in modo tale che "la nostra terra darà il suo frutto", il frutto della pace con Dio e tra tutti i popoli. Maria — Regina della pace — desidera soprattutto servire, perché "servire Dio è regnare'', invochiamola. Ella, durante La sua vita terrena, ha conosciuto non poche difficoltà, legate alla quotidiana fatica dell'esistenza. Ma mai ha smarrito la pace del cuore, frutto anche della santità e della serenità di quel singolare focolare domestico. Voglia Ella indicare alle famiglie del mondo intero la via sicura dell'amore e detta pace. (Giovanni Paolo II, Omelia, 16 settembre 1988).

Preghiamo
O Dio, che nel tuo unico Figlio, hai aperto agli uomini la sorgente della pace, per intercessione della beata Vergine Maria, rendi, all'umanità che tu ami, la tranquillità tanto desiderata e invocata, perché formi una sola famiglia unita nel vincolo della carità fraterna. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine, Regina della Pace, prega per noi!


Venerdì 29 MAGGIO

SANTA MARIA 
PORTA DEL CIELO

(Immacolata - Chiesa di Maccio)

Antifona
Ave, o Vergine Madre,
ave, o porta del paradiso:
tu ridoni Dio al mondo
e ci riapri il cielo.

DAL LIBRO DELL'APOCALISSE DI SAN GIOVANNI APOSTOLO (21,1-5).
Io, Giovanni, vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e mare non c'era più. Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. Udii allora una voce potente che usciva dal trono: "Ecco la dimora di Dio con gli uomini! Egli dimorerà tra di loro ed essi saranno suo popolo ed egli sarà il 'Dio-con-loro' . E tergerà ogni lacrima dai loro occhi non ci sarà più la morte, né lutto, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate". E Colui che sedeva sui trono disse: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose".

PERLE DI LUCE
Maria, Porta aperta del cielo, sei diventata la porta mediante la quale è entrato nella storia dell'uomo il regno dei cieli. Tate regno è stato portato da Colui che si è fatto tuo Figlio, il Redentore del mondo. E lo ha portato con la collaborazione dell'obbedienza della nuova Eva: della tua obbedienza, Vergine di Nazaret, che all'annunciazione angelica hai risposto: "Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto". E così è realmente avvenuto. Rendiamo grazie per la tua salvifica obbedienza, dalla quale si sviluppa il regno del Dio vivente nella storia dell'uomo. Rendiamo grazie per la tua immacolata Concezione. Esprimiamo riconoscenza per il fatto che sei "piena di grazia"; perché insieme con te si è avvicinata la "pienezza dei tempi". "Laddove è abbondato il peccato, ha sovrabbondato la grazia". E tu sei il segno di questa sovrabbondanza. Tu sei la "Stella mattutina'', che precede il sorgere del. Sole di giustizia, irraggiante misericordia, verità e pace. (Giovanni Paolo II, Angelus, 8 dicembre 1986)

Preghiamo
O Dio, che nel tuo unico Figlio, hai stabilito la porta della vita e della salvezza, per la materna intercessione di Maria, donaci di perseverare nel tuo amore, finché raggiungiamo la soglia della patria celeste. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria, Porta del Cielo, prega per noi!

PREGHIERA A MARIA, MADRE DEL REDENTORE
O santa Madre del Redentore, porta dei cieli, stella del mare,
soccorri il tuo popolo che anela a risorgere.
Tu che accogliendo il saluto dell'angelo,
nello stupore di tutto il creato, hai generato il tuo Creatore,
Madre sempre vergine,
pietà di noi peccatori.


Sabato 30 MAGGIO

MARIA VERGINE
NEL CENACOLO

(Pentecoste - Chiesa di Maccio)

Antifona

I discepoli erano assidui e concordi
nella preghiera con Maria,
madre di Gesù.
(Cfr At 1,14)

DAGLI ATTI DEGLI APOSTOLI (1,12-14)
Allora gli apostoli ritornarono a Gerusalemme dal monte detto degli Ulivi, che è vicino a Gerusalemme quanto il cammino permesso in un sabato. Entrati in città, salirono al piano superiore dove abitavano. C'erano Pietro e Giovanni, Giacomo e Andrea, Filippo e Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo di Alleo e Simone lo Zelòta e Giuda di Giacomo. Tutti questi erano assidui e concordi nella preghiera, insieme con alcune donne e con Maria, la madre di Gesù, e con i fratelli di lui. 

PERLE DI LUCE

Nella comunità cristiana la preghiera di Maria riveste un peculiare significato: favorisce l'avvento dello Spirito, sollecitandone l'azione nel cuore dei discepoli e nel mondo. Come nell'Incarnazione lo Spirito aveva formato nel suo grembo verginale il corpo fisico di Cristo, così ora nel Cenacolo lo stesso Spirito scende ad animarne il Corpo Mistico. La Pentecoste, quindi, è frutto anche dell'incessante preghiera della Vergine, che il Paradito accoglie con favore singolare, perché espressione del materno amore di lei verso i discepoli del Signore. Contemplando la potente intercessione di Maria che attende lo Spirito Santo, i cristiani di tutti i tempi, nel lungo e faticoso cammino verso la salvezza, ricorrono spesso alla sua intercessione per ricevere con maggior abbondanza i doni del Paraclito.
[Giovanni Paolo II, Udienza Generale, 28 maggio 1997]

Preghiamo
O Padre, che hai effuso i doni del tuo Spirito sulla beata Vergine orante con gli Apostoli nel Cenacolo, fa' che perseveriamo unanimi in preghiera con Maria nostra madre per portare al mondo, con la forza dello Spirito, il lieto annunzio della salvezza. Per Cristo nostro Signore.

Santa Maria Vergine del Cenacolo, prega per noi! 


DOMENICA 31 MAGGIO

VISITAZIONE DELLA
BEATA VERGINE MARIA


(Visitazione - Ghirlandaio)

Antifona

Venite, ascoltate, voi tutti che temete Dio:
vi racconterò quanto ha fatto il Signore
per l'anima mia.
(SaL 65,16)

DAL VANGELO SECONDO LUCA (1,39-56)
In quei giorni, Maria si mise in viaggio verso la mon tagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: "Benedetta tu fra le donne, e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento delle parole del Signore". Allora Maria disse: , "L'anima mia magnifica il Signore, e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l'umiltà della sua serva. D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente e Santo è il suo nome: di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono. ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato a mani vuote i ricchi. Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia, come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre". Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.

PERLE DI LUCE
Risuonano nel nostro cuore le parole. dell'evangelista Luca: "Appena ebbe udito il saluto di. Maria... Elisabetta fu piena di Spirito Santo". L'incontro tra la Madonna e la cugina Elisabetta è come una sorta di "piccola Pentecoste". Nel. racconto evangelico, la Visitazione segue immediatamente l'Annunciazione: la Vergine Santa, che porta in grembo il Figlio concepito per opera dello Spirito Santo, irradia intorno a sé grazia e gaudio spirituale. E la presenza in lei dello Spirito che fa sussultare di gioia il, figlio di Elisabetta, Giovanni, destinato a preparare la via al Figlio di Dio fatto uomo. Dove c'è Maria, c'è Cristo; e dove c'è Cristo, c'è il suo Spirito Santo, che procede dal Padre e da Lui nel mistero sacrosanto delta vita trinitaria. Il "si" della Vergine attira sull'umanità il Dono di Dio: come nell'Annunciazione, così nella Pentecoste. Così continua ad avvenire nel cammino della Chiesa. Riuniti in preghiera con Maria, invochiamo una copiosa effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa intera. [Giovanni Paolo II, Celebrazione mariana, 31 maggio 2001]

Preghiamo
Dio onnipotente ed eterno, che hai accolto e benedet-to il gesto di carità di Maria, Madre del tuo unico Figlio, accetta i doni che ti offriamo e trasformali per noi in sacrificio di salvezza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Santa Maria Vergine della Visitazione, prega per noi!

Preghiere richieste da Papa Francesco per la Chiesa

SUB TUUM PRESIDIUM
Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio,
Santa Madre di Dio.
Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova,
ma liberaci da ogni pericolo,
o Vergine gloriosa e benedetta.

PREGHIERA A SAN MICHELE ARCANGELO
San Michele Arcangelo, difendici nella lotta: sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del demonio. Supplichevoli preghiamo che Dio lo domini. E Tu, o Principe della Milizia Celeste, con il potere che ti viene da Dio, incatena nell'inferno Satana e gli spiriti maligni, che si aggirano per il mondo per far perdere le anime. Amen.
























(Annunciazione - Abside, Chiesa di Maccio)