Santuario della SS. Trinità Misericordia Maccio di Villa Guardia (CO)
Home>Documenti e preghiere>Documenti e preghiere - Santuario SS. Trinità Misericordia - Maccio di Villa Guardia - Como

IN EVIDENZA

CATECHESI

PREGHIERE

WEB TV

COMUNICAZIONI PER LA PARROCCHIA

Prossimi appuntamenti

Lun 21 Agosto 2017, ore 07:00
Esposizione Eucaristica (ore 7.00)

Lun 21 Agosto 2017, ore 08:00
Lodi mattutine

Lun 21 Agosto 2017, ore 08:30
S. Messa

Lun 21 Agosto 2017, ore 17:00
S. Rosario

Lun 21 Agosto 2017, ore 17:30
S. Messa

Lun 21 Agosto 2017, ore 21:00
Supplica alla Santissima Trinità Misericordia

Mar 22 Agosto 2017, ore 07:00
Esposizione Eucaristica (ore 7.00)

Mar 22 Agosto 2017, ore 08:00
Lodi mattutine

Documenti e preghiere - Santuario SS. Trinità Misericordia - Maccio di Villa Guardia - Como


Preghiera alla Santa Famiglia
 



Gesù, Maria e Giuseppe,

in voi contempliamo
lo splendore dell’amore vero,
a voi con fiducia ci rivolgiamo.

Santa Famiglia di Nazareth,
rendi anche le nostre famiglie
luoghi di comunione e cenacoli di preghiera,
autentiche scuole del Vangelo
e piccole Chiese domestiche.

Santa Famiglia di Nazareth,
mai più nelle famiglie si faccia esperienza
di violenza, chiusura e divisione:
chiunque è stato ferito o scandalizzato
conosca presto consolazione e guarigione.

Santa Famiglia di Nazareth,
il prossimo Sinodo dei Vescovi
possa ridestare in tutti la consapevolezza
del carattere sacro e inviolabile della famiglia,
la sua bellezza nel progetto di Dio.

Gesù, Maria e Giuseppe, ascoltate, esaudite la nostra supplica.
Amen.

(Papa Francesco)



Preghiera

O Maria,

aurora del mondo nuovo,
Madre dei viventi,
affidiamo a Te la causa della vita:
guarda, o Madre, al numero sconfinato
di bimbi cui viene impedito di nascere,
di poveri cui è reso difficile vivere,
di uomini e donne vittime di disumana violenza,
di anziani e malati uccisi dall’indifferenza
o da una presunta pietà.
Fa’ che quanti credono nel tuo Figlio
sappiano annunciare con franchezza e amore
agli uomini del nostro tempo
il Vangelo della vita.
Ottieni loro la grazia di accoglierlo
come dono sempre nuovo,
la gioia di celebrarlo con gratitudine
in tutta la loro esistenza
e il coraggio di testimoniarlo
con tenacia operosa, per costruire,
insieme con tutti gli uomini di buona volontà,
la civiltà della verità e dell’amore
a lode e gloria di Dio creatore e amante della vita.

(Dalla Lettera Enciclica Evangelium Vitæ)





Preghiera per la famiglia
(Benedetto XVI) 

O Dio, che nella Sacra Famiglia
ci lasciasti un modello perfetto di vita familiare
vissuta nella Fede e nell’obbedienza alla Tua volontà,
aiutaci ad essere esempi di fede e di amore 
 
ai Tuoi comandamenti.
Soccorrici nella nostra missione
di trasmettere la Fede ai nostri figli.
Apri i loro cuori affinché cresca in essi
il seme della Fede che hanno ricevuto nel Battesimo.
Fortifica la Fede dei nostri giovani,
affinché crescano nella conoscenza di Gesù.
Aumenta l’amore e la fedeltà in tutti i matrimoni,
specialmente quelli che attraversano
momenti di sofferenza e di difficoltà.
Uniti a Giuseppe e a Maria
Te lo chiediamo per Gesù Cristo
Tuo Figlio, nostro Signore. Amen.


 





Testo delle Preghiere tratte da: 

CONF ER ENZA  E PI SCOPAL E   ITAL IANA: LE FAMIGLIE  I LLUMINANO I L SINODO
PR EGHI ER A PER I L S INODO CON I L SANTO PADR E 
F R A N C E S C O

file icon pdf libretto 20151003 Veglia_LeFamiglieIlluminanoIlSinodo.pdf 


La Chiesa italiana si stringerà attorno a papa Francesco in un momento particolare di preghiera per la famiglia. L’appuntamento è fissato per sabato 4 ottobre, solennità di san Francesco d’Assisi, patrono d’Italia, dalle 18 alle 19,30 in piazza San Pietro. E si tratterà di un momento pubblico di preghiera e di riflessione, che culminerà con l’intervento del Pontefice. L’evento è stato fissato alla vigilia della III Assemblea Generale straordinaria del Sinodo dei vescovi che si celebrerà a Roma dal 5 al 19 ottobre prossimi, e sarà dedicato a riflettere circa "Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione". E proprio in vista di questo delicato appuntamento ecclesiale che la presidenza della Conferenza episcopale italiana ha invitato «il popolo di Dio a prendere parte a un momento pubblico di preghiera e di riflessione, che culminerà nell’intervento del Santo Padre». L’iniziativa, sottolinea la nota Cei con cui ieri ne è stata data notizia, «intende manifestare l’attenzione della Chiesa italiana attorno a una tematica tanto decisiva quale quella della famiglia, nucleo vitale della società e della stessa comunità ecclesiale». Di qui «la volontà di accompagnare i lavori dell’Assemblea sinodale, invocando su di essa la luce dello Spirito Santo».

(http://www.qumran2.net)
http://www.avvenire.it/



UDIENZA GENERALEPAPA FRANCESCO
(Piazza San Pietro; Mercoledì, 25 marzo 2015)

(dal sito: w2.vatican.va)

Nel nostro cammino di catechesi sulla famiglia, oggi è una tappa un po’ speciale: sarà una sosta di preghiera. Il 25 marzo infatti nella Chiesa celebriamo solennemente l’Annunciazione, inizio del mistero dell’Incarnazione. L’Arcangelo Gabriele visita l’umile ragazza di Nazaret e le annuncia che concepirà e partorirà il Figlio di Dio. Con questo Annuncio il Signore illumina e rafforza la fede di Maria, come poi farà anche per il suo sposo Giuseppe, affinché Gesù possa nascere in una famiglia umana. Questo è molto bello: ci mostra quanto profondamente il mistero dell’Incarnazione, così come Dio l’ha voluto, comprenda non soltanto il concepimento nel grembo della madre, ma anche l’accoglienza in una vera famiglia. Oggi vorrei contemplare con voi la bellezza di questo legame, la bellezza di questa condiscendenza di Dio; e possiamo farlo recitando insieme l’Ave Maria, che nella prima parte riprende proprio le parole che l’Angelo, quelle che rivolse alla Vergine. Vi invito a pregare insieme:

«Ave, Maria, piena di grazia, 
il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne,
e benedetto il frutto del seno tuo, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
Prega per noi peccatori
Adesso e nell’ora della nostra morte. 
Amen»

Ed ora un secondo aspetto: il 25 marzo, solennità dell’Annunciazione, in molti Paesi si celebra laGiornata per la Vita. Per questo, vent’anni fa, san Giovanni Paolo II in questa data firmò l’EnciclicaEvangelium vitae. Per ricordare tale anniversario oggi sono presenti in Piazza molti aderenti al Movimento per la Vita. Nella Evangelium vitae la famiglia occupa un posto centrale, in quanto è il grembo della vita umana. La parola del mio venerato Predecessore ci ricorda che la coppia umana è stata benedetta da Dio fin dal principio per formare una comunità di amore e di vita, a cui è affidata la missione della procreazione. Gli sposi cristiani, celebrando il sacramento del Matrimonio, si rendono disponibili ad onorare questa benedizione, con la grazia di Cristo, per tutta la vita. La Chiesa, da parte sua, si impegna solennemente a prendersi cura della famiglia che ne nasce, come dono di Dio per la sua stessa vita, nella buona e nella cattiva sorte: il legame tra Chiesa e famiglia è sacro ed inviolabile. La Chiesa, come madre, non abbandona mai la famiglia, anche quando essa è avvilita, ferita e in tanti modi mortificata. Neppure quando cade nel peccato, oppure si allontana dalla Chiesa; sempre farà di tutto per cercare di curarla e di guarirla, di invitarla a conversione e di riconciliarla con il Signore.
Ebbene, se questo è il compito, appare chiaro di quanta preghiera abbia bisogno la Chiesa per essere in grado, in ogni tempo, di compiere questa missione! Una preghiera piena di amore per la famiglia e per la vita. Una preghiera che sa gioire con chi gioisce e soffrire con chi soffre.
Ecco allora quello che, insieme con i miei collaboratori, abbiamo pensato di proporre oggi:rinnovare la preghiera per il Sinodo dei Vescovi sulla famiglia. Rilanciamo questo impegno fino al prossimo ottobre, quando avrà luogo l’Assemblea sinodale ordinaria dedicata alla famiglia. Vorrei che questa preghiera, come tutto il cammino sinodale, sia animata dalla compassione del Buon Pastore per il suo gregge, specialmente per le persone e le famiglie che per diversi motivi sono «stanche e sfinite, come pecore che non hanno pastore» (Mt 9,36). Così, sostenuta e animata dalla grazia di Dio, la Chiesa potrà essere ancora più impegnata, e ancora più unita, nella testimonianza della verità dell’amore di Dio e della sua misericordia per le famiglie del mondo, nessuna esclusa, sia dentro che fuori l’ovile.
Vi chiedo per favore di non far mancare la vostra preghiera. Tutti – Papa, Cardinali, Vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose, fedeli laici – tutti siamo chiamati a pregare per il Sinodo. Di questo c’è bisogno, non di chiacchiere! Invito a pregare anche quanti si sentono lontani, o che non sono più abituati a farlo. Questa preghiera per il Sinodo sulla famiglia è per il bene di tutti. So che stamattina vi è stata data su un’immaginetta, e che l’avete tra le mani. Vi invito a conservarla e a portarla con voi, così che nei prossimi mesi possiate recitarla spesso, con santa insistenza, come ci ha chiesto Gesù. 

 "SINODO SULLA FAMIGLIA" sul tema : “La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo” 

www.vatican.va/



Santo Rosario

registrazione audio - video
di Lunedì 27 aprile 2015


per i Cristiani di Aleppo
e per chiedere il dono della pace
per la Siria




Incontro con Padre Ibrahim Alsabagh


Father Ibrahim è un giovane francescano di 43 anni, della Custodia di Terra Santa, di origine siriana. Dal novembre scorso è  Parroco della Parrocchia latina di Aleppo dedicata a San Francesco d’Assisi, situata in una delle zone più devastate dalla guerra e nel cuore della tragedia dei cristiani perseguitati.


Padre Ibrahim Alsabagh ci guiderà nella preghiera con la sua testimonianza

PRIMO MISTERO: L'incarnazione del Verbo (Gv. 1,1-18)

“Vado ad Aleppo senza risposte. Mi considero un padre per la comunità che mi viene affidata e vado per condividere con la mia gente le sofferenze. Parto da povero chiedendo a Gesù le risposte per essere il riflesso della sua tenerezza”. 

VIDEO - 1


SECONDO MISTERO: L'annuncio delle Beatitudini 
(Mt. 5,1-12)

E’ questo l’interrogativo più grosso: su quale uomo, su quale famiglia si fonderà il Paese nel futuro? La nostra sfida oggi è dare speranza: quante persone ho visto distrutte dentro, nonostante siano vive…Ciò di cui ringrazio il Signore è di aver potuto vedere coi miei occhi la fede dei cristiani, che nonostante ogni giorno rischino la vita, non rinunciano alla pratica religiosa...

VIDEO - 2


TERZO MISTERO: La Passione di Gesù
 (Lc. 22,39-53)

Ci si lanciano missili da zona a zona della città, tra persone che prima vivevano in pace… quando vengono a mancare i missili si lanciano anche le bombole del gas. E anche i bambini diventano strumento di questa guerra terribile. In parrocchia ho visto tanti giovani divenuti esperti nel soffrire…. Facciamo gli incontri alla luce di una pila e quando finiscono gli occhi dei ragazzi sono gonfi e stanchi. A Damasco alcuni mesi fa hanno tirato una bomba dentro la migliore scuola cattolica al mattino presto, quando c’è il momento del raduno: 50 ragazzi feriti, alcuni gravemente, due di loro sono morti. Ad Aleppo hanno distrutto il nostro centro di catechismo, nella succursale della parrocchia, dove fino a pochi minuti prima c’erano dentro 150 bambini che frequentavano il doposcuola. Qualcuno si è insospettito per un’auto parcheggiata proprio accanto all’edificio... 

VIDEO - 3


QUARTO MISTERO
: La Risurrezione (Lc.23,44-49;  24,1-9)

“Siamo saturi di notizie e immagini sconvolgenti che ci narrano la sofferenza umana e sentiamo nel medesimo tempo tutta la nostra incapacità ad intervenire. Che cosa fare per non lasciarci assorbire da questa spirale di spavento e di impotenza? "...
In primo luogo, possiamo pregare nella comunione della Chiesa terrena e celeste. Non trascuriamo la forza della preghiera di tanti! (Papa Francesco).


VIDEO - 4



QUINTO MISTERO: Il dono dello Spirito alla Chiesa (Gv. 20,19-23)

Questa amarezza c’è sia nel cuore dei cristiani che dei musulmani moderati. Purtroppo questa tristezza, a causa di una guerra lunga e logorante, si sta trasformando in chiusura e in allontanamento dal dialogo.Ecco perché come Chiesa cattolica è importante offrire segni di riconciliazione: la nostra parrocchia non aiuta solo i cattolici, ma tutti, come abbiamo sempre fatto, così come cerchiamo un po’ di incoraggiare il dialogo, l’apertura, sperando che la pace arrivi anche con chi oggi non vuole dialogare...

VIDEO - 5


file icon mp3  audio dell' incontro di preghiera:  


(esposizione eucaristica

lettura del Vangelo
testimonianze di Padre Ibrahim Alsabagh
Santo Rosario
preghiera dei fedeli e  preghiera conclusiva
discorso conclusivo ai fedeli, di Padre Ibrahim Alsabagh)




II domenica di Pasqua o domenica della Divina Misericordia

Maccio di Villa Guardia (Co),
Santuario della Santissima Trinità Misericordia,

12 aprile 2015

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 20,19-31)


La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.
Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».
Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo».
Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».
Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. Ma questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.


file icon mp3 Audio dell'omelia in formato MP3




(da: "Misericordiae Vultus" - di Papa Francesco.
Bolla di indizione del Giubileo Straordinario della Misericordia. 11 aprile 2015).

1.
Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre. Il mistero della fede cristiana sembra trovare in questa parola la sua sintesi. Essa è divenuta viva, visibile e ha raggiunto il suo culmine in Gesù di Nazareth. Il Padre, «ricco di misericordia» (Ef 2,4), dopo aver rivelato il suo nome a Mosè come «Dio misericordioso e pietoso, lento all'ira e ricco di amore e di fedeltà» (Es 34,6), non ha cessato di far conoscere in vari modi e in tanti momenti della storia la sua natura divina. Nella «pienezza del tempo» (Gal 4,4), quando tutto era disposto secondo il suo piano di salvezza, Egli mandò suo Figlio nato dalla Vergine Maria per rivelare a noi in modo definitivo il suo amore. Chi vede Lui vede il Padre (cfr Gv 14,9). Gesù di Nazareth con la sua parola, con i suoi gesti e con tutta la sua persona [Cfr Conc. Ecum. Vat. II, Cost. dogm. Dei Verbum, 4.] rivela la misericordia di Dio.

2. Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia. È fonte di gioia, di serenità e di pace. È condizione della nostra salvezza. Misericordia: è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità. Misericordia: è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro. Misericordia: è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita. Misericordia: è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato.

11
. (...) san Giovanni Paolo II così motivava l’urgenza di annunciare e testimoniare la misericordia nel mondo contemporaneo: «Essa è dettata dall’amore verso l’uomo, verso tutto ciò che è umano e che, secondo l’intuizione di gran parte dei contemporanei, è minacciato da un pericolo immenso. Il mistero di Cristo … mi obbliga a proclamare la misericordia quale amore misericordioso di Dio, rivelato nello stesso mistero di Cristo. Esso mi obbliga anche a richiamarmi a tale misericordia e ad implorarla in questa difficile, critica fase della storia della Chiesa e del mondo». [Giovanni Paolo II, Lett. Enc. Dives in misericordia,15.]. Tale suo insegnamento è più che mai attuale e merita di essere ripreso in questo Anno Santo. Accogliamo nuovamente le sue parole: «La Chiesa vive una vita autentica quando professa e proclama la misericordia – il più stupendo attributo del Creatore e del Redentore – e quando accosta gli uomini alle fonti della misericordia del Salvatore di cui essa è depositaria e dispensatrice» . 


["Dives in Misericordia" - San G. P. II file icon pdf ]



don Ivan Salvadori; rettore del Seminario Diocesano di Como
omelia: s. Messa del 12-aprile-2015
II Domenica di Pasqua o della Divina Misericordia

DISPONIBILE IL FILE AUDIO REGISTRATO IL GIORNO 13 luglio
file icon mp3   

INCONTRO DI PREGHIERA
PER LE COPPIE


E' un tempo di ascolto della Parola di Dio (sul tema dell' incontro di Gesù con i diversi personaggi presentati dal Vangelo), con interventi a cura di don Romano Martinelli (padre spirituale) e don Marco Cairoli (biblista) e uno spazio ampio di Adorazione Eucaristica e preghiera personale.

Gli incontri di preghiera si svolgono il secondo lunedì del mese presso la chiesa parrocchiale, dalle ore 21.00 alle ore 22.15, con l'animazione dell' Associazione Famigliare "AQM" (alle Querce di Mamre) di Como.





 


Per motivi tecnici non è stato possibile
registrare l' INCONTRO DI PREGHIERA del 
9 FEBBRAIO. 

INCONTRO DI PREGHIERA del 
12/01/2015
AUDIO IN FORMATO MP3  file icon mp3 


INCONTRO DI PREGHIERA del 09/03/2015
AUDIO IN FORMATO MP3 file icon mp3 


INCONTRO DI PREGHIERA del 
13/04/2015
AUDIO IN FORMATO MP3 file icon mp3 

INCONTRO DI PREGHIERA del 11/05/2015
AUDIO IN FORMATO MP3 file icon mp3 

INCONTRO DI PREGHIERA del 8/06/2015 
AUDIO IN FORMATO MP3 file icon mp3 

INCONTRO DI PREGHIERA del 13/07/2015 
AUDIO IN FORMATO MP3 file icon mp3 





(Giotto. Cappella degli Scrovegni, Padova)
 




LA PREGHIERA NELLA VITA CRISTIANA
CATECHESI SUL 
«PADRE NOSTRO» 

« Grande è il mistero della fede ». La Chiesa lo professa nel Simbolo degli Apostoli e lo celebra nella liturgia sacramentale, affinché la vita dei fedeli sia conformata a Cristo nello Spirito Santo a gloria di Dio Padre. Questo mistero richiede quindi
che i fedeli credano in esso, lo celebrino  e di 
esso vivano in una relazione viva e personale con il Dio vivo e vero. 
Tale relazione è la preghiera.
(da: "Catechismo della Chiesa Cattolica". 2558).


« Un giorno Gesù

si trovava in un luogo a pregare
e quando ebbe finito
uno dei discepoli gli disse:
"Signore, insegnaci a pregare,
come anche Giovanni
ha insegnato ai suoi discepoli" » (Lc 11,1).


È in risposta a questa domanda che il Signore affida ai suoi discepoli e alla sua Chiesa la preghiera cristiana fondamentale. San Luca ne dà un testo breve (di cinque domande), san Matteo una versione più ampia (di sette domande). La tradizione liturgica della Chiesa ha sempre usato il testo di san Matteo (Mt 6,9-13).  (da: "Catechismo della Chiesa Cattolica". 2759).


Padre nostro che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.


 
 



CATECHESI SUL PADRE NOSTRO:
(commento di don Luigi Savoldelli - Parroco e Rettore del Santuario).


Primo incontro:

 
introduzione
file icon mp3 audio in formato MP3 _ 02 dicembre 2014


Secondo incontro:

il nome "Padre"  -  " Padre mio e Padre vostro,  Dio mio e Dio vostro"  (Gv. 20,17)  -   il nome "figlio"
file icon mp3 audio in formato MP3_13 gennaio 2015


Terzo incontro: martedì 13 gennaio 
"che sei nei cieli"
file icon mp3 audio in formato MP3_20 gennaio 2015


Quarto incontro: martedì 3 febbraio 
"sia Santificato" - "il tuo Nome"
file icon mp3 audio in formato MP3_3 febbraio 2015
(commento di don Filippo Macchi)


Quinto incontro: mercoledì 4 marzo
"venga il tuo Regno" 
(Audio non disponibile per problemi tecnici)


Sesto incontromercoledì 11 marzo
"Sia fatta la tua volontà" - "come in cielo, così in terra"
file icon mp3 audio in formato MP3_11 marzo 2015


Settimo incontro
: mercoledì 25 marzo
"dacci oggi il nostro pane quotidiano" 
file icon mp3 audio in formato MP3_25 marzo 2015


Ottavo incontro
: mercoled' 22 aprile

"rimetti a noi i nostri debiti, come noi..." 
file icon mp3
 audio in formato MP3_22 aprile 2015


Nono incontro: martedì 05 maggio
"non ci indurre in tentazione" 
file icon mp3 audio in formato MP3_05 maggio 2015

Ultimo incontro: martedì 05 maggio
"...ma liberaci dal male
file icon mp3 audio in formato MP3_19 maggio 2015

Disponibile l'audio in formato mp3 dell'incontro di domenica 19 aprile file icon mp3 

DOMENICA IN FAMIGLIA 


PROSSIMO INCONTRO
 : 
31 MAGGIO (Solennità della SS. Trinità)



Famiglia in Preghiera

Una nuova proposta per accompagnare
con la preghiera il cammino di tutta la Chiesa
con i due Sinodi sul tema della famiglia,
rivolta ai genitori e ai loro figli,ai quali
sarà dedicato uno spazio di animazione in Oratorio

Appuntamento in Chiesa Parrocchiale alle ore 9.40per un momento di preghiera insieme coi bambini; segue preghiera coi genitori con riflessione sui temi della famiglia e tempo di silenzio (i bambini vanno in Oratorio per un loro spazio di animazione). Alle ore 11.00 la celebrazione della s. Messa, animata dalle famiglie presenti. Alle ore 12.30, per chi lo desiderasse, pranzo condiviso in Oratorio



Data degli incontri
Schede di riflessione in formato pdf
 Audio in formato mp3 :



19 OTTOBRE 2014 (GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE)
Scheda di riflessione: file icon pdf Famiglia: chiesa domestica "in uscita" 
file icon mp3 audio in formato MP3

 
9 NOVEMBRE
Scheda di riflessione: file icon pdf "Le radici sponsali della persona umana"
file icon mp3 audio in formato MP3 
 

28 DICEMBRE
Sched
a di riflessione:  file icon pdf"La Santa Famiglia di Nazaret" 
file icon mp3 audio in formato MP3       


1 FEBBRAIO
 2015
 (GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA)

Scheda di riflessione: file icon pdf "Solidali per la vita"
file icon mp3 audio in formato MP3


MARZO
 2015
 : NON DISPONIBILE



19 APRILE
 2015
 (III DOMENICA DI PASQUA)
file icon mp3 audio in formato MP3




<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 4