Santuario della SS. Trinità Misericordia Maccio di Villa Guardia (CO)

IN EVIDENZA

CATECHESI

FOGLIETTO DELLA SANTA MESSA E AVVISI PARROCCHIALI

(Viaggio Apostolico di Papa Francesco in Iraq)) (Viaggio Apostolico di Papa Francesco in Iraq))

VIAGGIO APOSTOLICO DI SUA SANTITÀ FRANCESCO IN IRAQ

5-8 MARZO 2021

http://www.vatican.va/







Foglietto settimanale Parrocchiale


7 marzo  2021


III di QUARESIMA






s. Messa ore:

8.30,
10.00 (s. Messa per i bambini),
11.15,
18.00

sospesa la s. Messa delle ore 20.15 




Letture della s. Messa
:  Es 20,1-17; Sal 18; 1 Cor 1,22-25; Gv 2,13-25


Canto al Vangelo    Gv 3,16
Lode e onore a te, Signore Gesù!
Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito;
chiunque crede in lui ha la vita eterna.
Lode e onore a te, Signore Gesù!
   

Vangelo   Gv 2,13-25
Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere.

Dal vangelo secondo Giovanni 

Si avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete. Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori del tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!». I suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: «Lo zelo per la tua casa mi divorerà».
Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostri per fare queste cose?». Rispose loro Gesù: «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere». Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?». Ma egli parlava del tempio del suo corpo.
Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù.
Mentre era a Gerusalemme per la Pasqua, durante la festa, molti, vedendo i segni che egli compiva, credettero nel suo nome. Ma lui, Gesù, non si fidava di loro, perché conosceva tutti e non aveva bisogno che alcuno desse testimonianza sull’uomo. Egli infatti conosceva quello che c’è nell’uomo. 
       

PREGHIERA PRIMA DEI PASTI

Donaci, o Signore, un pane da mangiare, la salute per guadagnarlo, la pace per condividerlo, il coraggio di non sprecarlo; e fa’ che non manchi mai sulla tavola dei tuoi figli. Amen

Buona domenica! Buon appetito. (don Gigi).





Avvisi per la Parrocchia



 IN QUARESIMA:

- in chiesa nella “Cesta della Carità” (cappella della Pietà) raccogliamo i VIVERI per la mensa dei Poveri di Como (pasta, tonno e legumi in scatola, passata di pomodoro; riso), e PRODOTTI PER L’IGIENE PERSONALE (saponi, dentifrici, fazzoletti di carta, spazzolini, shampoo, schiume da barba formato piccolo, deodoranti) per i carcerati del Bassone.

 - il venerdì sera ore 20.30, al termine della Via Crucis comunitaria, raccogliamo OFFERTE LIBERE (si suggerisce il corrispettivo del digiuno o della cena o altro) per le missioni diocesane.


Catechesi degli adulti sulla figura di San Giuseppe, seguendo la lettera del Papa “Patris Corde”

Tutti i Mercoledì di marzo, In chiesa h.20.30 - 21.00 in presenza o in streaming.

(NB: il 10 è col Rosario dei Giovani a partire dalle h.20.


Per la FESTA DEL PAPA’ - Domenica 21 marzo

PIATTI DA ASPORTO pro-oratorio

Cervo in umido con polenta - € 10 a porzione

Stinco alle verdure - € 10

Prenotazioni entro martedì 16 marzo sui fogli in fondo alla chiesa opp. tel.Valeria 338.2395684

Ritiro: sabato 20 e domenica 21 al Circolino dopo le S.Messe.


CALENDARIO SOLIDARIETA’ IN PIAZZA

sab.6-dom.7 marzo: Comunità recupero “Lautari” - Veniano

sab.13-dom.14 marzo: vendita uova di Pasqua (Alpini Villaguardia)


Il Papa in IRAQ dal 5 all’8 marzo

Si sta svolgendo uno storico pellegrinaggio del Papa in Iraq. Così ha detto il Papa poco prima della partenza:

“Da tempo desidero incontrare quel popolo che ha tanto sofferto; incontrare quella chiesa martire nella terra di Abramo. Insieme con gli altri leader religiosi, faremo anche un altro passo avanti nella fratellanza tra i credenti. Vi chiedo di accompagnare con la preghiera questo viaggio apostolico, perché possa svolgersi nel migliore dei modi e portare i frutti sperati”.

Francesco ricorda il desiderio non avverato del suo predecessore, Papa Wojtyla di recarsi in quella terra: “Il popolo iracheno ci aspetta; aspettava San Giovanni Paolo II, al quale è stato vietato di andare. Non si può deludere un popolo per la seconda volta. Preghiamo perché questo viaggio si possa fare bene”.

Questo viaggio in Iraq, il 33mo viaggio internazionale di Francesco, il primo di un pontefice nella terra di Abramo, era stato definito un "gesto d’amore estremo" per i cristiani, annunciato da Francesco stesso come suo desiderio. Fraternità e speranza, sono le due parole che meglio sintetizzano questo viaggio, riferendosi anche alla pandemia: “Fraternità e speranza sono medicine di cui oggi il mondo ha bisogno, al pari dei vaccini”. Seguiamo con gioia e fede questo suo viaggio!