Santuario della SS. Trinità Misericordia Maccio di Villa Guardia (CO)

IN EVIDENZA

OMELIE

PREGHIERE

FOGLIETTO DELLA SANTA MESSA E AVVISI PARROCCHIALI

AVVISO! nelle domeniche di agosto la S.Messa delle 18.00 è sospesa.

Per i campi dei ragazzi: SI ACCETTANO DONAZIONI DI FRUTTA E VERDURA; le partenze sono Lunedì 26 luglio e lunedì 2 agosto. Portare i generi alimentari in oratorio nel giorno precedente. Grazie! don Gigi.




25 luglio 2021

XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO


Anno B



LETTURE della Santa Messa:

2 Re4,42-44; Sal 144; Ef 4,1-6; Gv 6,1-15


Canto al Vangelo   Lc 7,16b 
Alleluia, alleluia.

Un grande profeta è sorto tra noi,
e Dio ha visitato il suo popolo.
Alleluia.


Vangelo   Gv 6, 1-15
Distribuì a quelli che erano seduti quanto ne volevano.

Dal vangelo secondo Giovanni
In quel tempo, Gesù passò all’altra riva del mare di Galilea, cioè di Tiberìade, e lo seguiva una grande folla, perché vedeva i segni che compiva sugli infermi. Gesù salì sul monte e là si pose a sedere con i suoi discepoli. Era vicina la Pasqua, la festa dei Giudei.

Allora Gesù, alzàti gli occhi, vide che una grande folla veniva da lui e disse a Filippo: «Dove potremo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?». Diceva così per metterlo alla prova; egli infatti sapeva quello che stava per compiere. Gli rispose Filippo: «Duecento denari di pane non sono sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo».
Gli disse allora uno dei suoi discepoli, Andrea, fratello di Simon Pietro: «C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?». Rispose Gesù: «Fateli sedere». C’era molta erba in quel luogo. Si misero dunque a sedere ed erano circa cinquemila uomini.

Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti, e lo stesso fece dei pesci, quanto ne volevano.
E quando furono saziati, disse ai suoi discepoli: «Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto». Li raccolsero e riempirono dodici canestri con i pezzi dei cinque pani d’orzo, avanzati a coloro che avevano mangiato.

Allora la gente, visto il segno che egli aveva compiuto, diceva: «Questi è davvero il profeta, colui che viene nel mondo!». Ma Gesù, sapendo che venivano a prenderlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, lui da solo.






Avvisi per la Parrocchia




Oggi è la Giornata mondiale dei nonni e degli anziani . 

Da quest’anno, anziché il 2 ottobre (festa degli angeli custodi) celebreremo la Giornata mondiale dei nonni e degli anziani nell’ultima domenica di luglio, la più vicina alla memoria dei santi Gioacchino e Anna, nonni di Gesù. Sarà un’occasione per ringraziarli e per pregare per loro! E sarà pure un’occasione di «Chiesa in uscita», poiché a causa delle restrizioni per la pandemia molti anziani sono ancora impossibilitati a partecipare alle funzioni in chiesa, l’invito è rivolto ai nipoti affinchè si rechino a consegnare il messaggio del Papa ai propri nonni o agli anziani soli, come gesto di vicinanza. Dice il Papa: “Vorrei che ogni nonno, ogni anziano, ogni nonna, ogni anziana – specialmente chi tra di noi è più solo – riceva la visita di un angelo!, come accadde a san Gioacchino, nonno di Gesù, - racconta la tradizione- allontanato dalla comunità perché non aveva figli”.   don Gigi

Papa Francesco si rivolge ai nonni e agli anziani del mondo nel messaggio per la prima Giornata mondiale a loro dedicata, anche in un videomessaggio:  

https://youtu.be/1qhzDGFl-6w. Pubblicheremo il Messaggio in più puntate sui prossimi foglietti…