Santuario della SS. Trinità Misericordia Maccio di Villa Guardia (CO)
Home>Comunicazioni ed eventi>GIORNATA DI RIFLESSIONE E DI PREGHIERA PER IL LIBANO - 1 LUGLIO 2021

IN EVIDENZA

OMELIE

PREGHIERE

WEB TV

COMUNICAZIONI PER LA PARROCCHIA

Prossimi appuntamenti

Nessun evento

GIORNATA DI RIFLESSIONE E DI PREGHIERA PER IL LIBANO - 1 LUGLIO 2021

(Santuario di Nostra Signora del Libano a Harissa) (Santuario di Nostra Signora del Libano a Harissa)

"Il Signore Dio ha progetti di pace. Insieme per il Libano"


Giornata di riflessione e di preghiera per il Libano
 - 1° luglio 2021



Per il Medio Oriente, per i cristiani del Libano e per l’intera famiglia umana: 
sono queste le tre intercessioni della Preghiera ecumenica, previste nella Giornata di riflessione per il Libano,
che si svolgerà domani 1 luglio in Vaticano.


"Il prossimo 1° luglio mi incontrerò in Vaticano con i principali Responsabili delle Comunità cristiane presenti in Libano, per una giornata di riflessione sulla preoccupante situazione del Paese e per pregare insieme per il dono della pace e della stabilità. Affido questa intenzione all’intercessione della Madre Dio, tanto venerata al Santuario di Harissa, e fin da questo momento vi chiedo di accompagnare la preparazione di questo evento con la preghiera solidale, invocando per quell’amato Paese un futuro più sereno." - PAPA FRANCESCO. Angelus, 30 maggio 2021. 


Programma


08.30 - Santa Marta, saluto del Santo Padre ai Responsabili delle Comunità cristiane libanesi e ai membri delle Delegazioni

09.00 - Basilica di San Pietro, breve momento di preghiera

10.00 - Palazzo Apostolico, consultazioni (I Sessione)

11.05 - Pausa

11.20 - Palazzo Apostolico, consultazioni (II Sessione)

13.00 - Pranzo a Santa Marta

16.30 - Palazzo Apostolico, consultazioni (III Sessione)


18.00 - Basilica di San Pietro, Preghiera ecumenica per la pace


... Dal Libano, terra di antichissime comunità cristiane dove vive la percentuale più alta di cristiani accanto alle comunità musulmane rispetto ai Paesi arabi vicini, anche se il numero si va assottigliando, si leva un accorato appello per la popolazione stremata dalla dilagante povertà, dall’impasse politica e dall’emergenza pandemica, ma ricca di fede e di fiducia nel Papa, come sottolinea padre Khalil Awan, rettore del Santuario di Nostra Signora del Libano ad Harissa. ... il 70 per cento della popolazione è ormai sotto la soglia della povertà in Libano e mancano beni di prima necessità. Della situazione politica dice che prevalgono dinamiche di corruzione e di interessi particolari sia all’interno del Paese che sul piano internazionale. È intensa la speranza – spiega – che l’attenzione che il Papa riserva al Libano possa rappresentare un appello ascoltato dal mondo. ... Profonda gratitudine per tutta l’attenzione di Papa Francesco per il Libano, per questa Giornata di preghiera e per tutte le iniziative .



Il testo della preghiera ecumenica per la pace vedrà la proclamazione di alcuni brani della Parola di Dio, alternati con preghiere di invocazione e canti delle diverse tradizioni rituali presenti in Libano, con testi in arabo, siriaco, armeno, caldeo. Verso la fine della celebrazione, il segno della pace non sarà scambiato nel modo tradizionale – nel rispetto delle normative legate alla pandemia – ma alcuni giovani consegneranno ai leaders cristiani una lampada accesa, che verrà poi collocata su un candelabro: è la speranza di pace che le giovani generazioni consegnano chiedendo l’aiuto perché essa non venga spenta dalle tribolazioni del presente.

Prima delle parole finali di Papa Francesco è previsto un momento di silenzio, durante il quale verrà invocato il dono della pace.

Tra le Chiese non-cattoliche che saranno presenti nella Giornata di riflessione e preghiera per il Libano ci sono la Chiesa greco-ortodossa del Patriarcato di Antiochia, di tradizione bizantina, guidata dal Patriarca Youhanna X Yazigi, Il Catholicossato della Chiesa Armena Apostolica di Cilicia, guidata dal Catholicos Aram I, La Chiesa Siro-ortodossa, con a capo, dal 2014, il Patriarca Ignazio Aphrem II, The Supreme Council of the Evangelical Community in Syria and Lebanon, cioè il Consiglio Supremo della Comunità evangelica, rappresentato dal suo Presidente, il Rev.do Joseph Kassabhas.


da:


 
https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2021-06/libano-dialogo-cristiani-preghiera-dialogo.html


https://www.acistampa.com



https://www.agensir.it/quotidiano/2021/6/30/giornata-per-il-libano-nellincontro-in-vaticano-si-preghera-con-il-vangelo-delle-beatitudini/